Con l’emergenza legata al Coronavirus, tante mamme e tanti papà si sono trovati ad affrontare un’ulteriore minaccia per la salute dei loro bambini. Nascere con una malformazione significa vivere una vera e propria condizione che lascia segni indelebili nella vita del bambino e in quella dei suoi genitori.

Nell’anno appena trascorso, queste famiglie hanno dovuto vivere anche la difficoltà del distanziamento e dell’isolamento legato alla quarantena in momenti molto delicati come quello del ricovero.

L’ingresso all’ospedale, per le norme di prevenzione Covid-19, è tutt’ora consentito solo ad uno dei genitori. Questa situazione è stata molto dura sia per il genitore all’interno del reparto, che non poteva avere un cambio, che per l’altro rimasto fuori, che non poteva vedere il suo bambino per giorni.

La dottoressa Teodorescu, responsabile delle attività in reparto, ci ha raccontato la storia di un papà che ha atteso sotto la finestra della stanza dove era ricoverato il suo bambino per poterlo salutare. Non lo vedeva almeno da una settimana.

Puoi immaginare la forza che questo papà ha dovuto avere in una situazione così difficile

Questa storia, fatta di interventi chirurgici complessi e ripetuti nel tempo, di viaggi, spesso lunghi, di andata e di ritorno da Trieste, è una delle tante che incrociamo ogni giorno nelle case A.B.C. e nei corridoi del Reparto di Chirurgia del Burlo Garofolo.

Sono sempre di più, infatti, le famiglie che si rivolgono ad A.B.C. quando i loro bambini devono affrontare questi percorsi complessi. Nel corso di questo anno prevediamo di accogliere nelle case A.B.C. circa 100 famiglie.

Tu puoi stare accanto ai piccoli pazienti e dei loro genitori. Con il tuo aiuto, contribuirai ad accogliere e sostenere emotivamente 20 famiglie.

In occasione della festa del Papà, sostieni il coraggio e la forza delle famiglie dei bambini chirurgici.

 

Basta un piccolo gesto per condividere tutto il tuo amore e, allo stesso tempo, donare il sostegno e l’accoglienza di cui hanno bisogno.

Grazie al tuo aiuto, i papà e le mamme potranno dare ai loro bambini quei sorrisi che danno coraggio.

Partecipa alla campagna “Per i papà coraggiosi” che abbiamo realizzato su Rete del Dono e sostieni i piccoli pazienti e le loro famiglie.

Riceverai un pensiero speciale per questa festa.

Grazie di cuore per quello che potrai fare