News  
     
 

Archivio News

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006



 
15/04/2008 | Un nuovo progetto di ricerca scientifica

Dal gennaio 2008 A.B.C. si è impegnata a finanziare per tre anni un nuovo progetto di ricerca scientifica dal titolo “Assistenza psicologica a genitori e pazienti in caso di intervento chirurgico in età prenatale, perinatale o a seguito di malformazioni con handicap”. Oltre all’indispensabile supporto da parte della dott.ssa Rosella Giuliani, psicologa e psicolterapeuta in forze ad A.B.C. già dal 2006, si affiancherà uno studio scientifico per misurare in modo oggettivo quale sia la valenza del supporto psicologico offerto e che effetti abbia sul rapporto genitori-figlio.


QUALITÀ DELL'ATTACCAMENTO MADRE-BAMBINO NEL CASO DI MALFORMAZIONI TORACO-ADDOMINALI DIAGNOSTICATE IN UTERO:
VALUTAZIONE OSSERVAZIONALE, STRUMENTALE E INTERVENTI

I cambiamenti che si verificano durante la gravidanza comportano sostanziali modificazioni del mondo rappresentazionale della donna attraverso un processo che implica contemporaneamente l'elaborazione di nuove rappresentazioni mentali relative al sé come madre ed al futuro bambino ed una revisione delle rappresentazioni del sé costituitesi attraverso l'infanzia.
La notizia di una diagnosi di malformazione del feto altera profondamente questi complessi processi adattativi: improvvisamente crollano tutti gli ideali dei genitori che piombano in uno stato di angoscia bilanciato da fantasie consolatorie fino al momento della nascita. Con questi presupposti, si è voluto finalizzare un progetto che permetta di considerare l'evoluzione psicologica dei genitori e del loro bambino che necessita di intervento chirurgico poiché si ritiene che il progetto stesso possa costituire un elemento con caratteristiche preventive rispetto ad un disagio futuro.
In particolare, il nostro lavoro si focalizzerà sui conflitti psicologici (depressione, elaborazione del lutto e altri) che potrebbero sorgere in seguito alla notizia di una diagnosi di malformazione toracica o addominale del bambino, dopo l’ecografia morfologica prenatale.
Ci sembra quindi importante l’utilizzo di strumenti qualitativi e quantitativi di valutazione delle risorse psicologiche e delle capacità di gestione (coping) dei genitori a fronte di un evento che viene vissuto nella grande maggioranza dei casi come un trauma per le conseguenze sull’assetto relazionale tra i componenti della famiglia e per l’imprevedibilità e l’incertezza che pone riguardo allo sviluppo del nascituro.





..torna alla lista news ›
 
     
  Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo - onlus - Cod. Fiscale 01084150323   Credit: Altamira / Agora Web