News  
     
 

Archivio News

2020

2019

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006



 
11/09/2020 | Casa

È da un po’ che continuo a pensare che la proprietà di una casa non sia quella definita da un contratto o da un documento di carta ma appartenga a chi la vive in quel momento.

 

Può avere l’aspetto di un appartamento, di una casetta o di una grande villa ma ciò che vede e sente, sono le infinite storie delle persone, coloro che la abitano per un po’ o per sempre.

Come gli umani cambiano l’abito perché sia quello adeguato alla situazione che vanno ad affrontare, così il piccolo nuovo appartamento di Abc, sta cambiando il suo look per essere pronto a ospitare la famiglia che lo vivrà. Abc ha pensato così, di dedicare un’accoglienza speciale alle coppie di genitori che devono restare a Trieste perché nasca in sicurezza, il proprio bambino che avrà bisogno di un intervento chirurgico necessario ad affrontare la vita.

Prima della ristrutturazione, questo appartamentino conservava, in ogni angolo, la vita trascorsa da una famiglia di cui era rimasta solo una signora molto anziana, alla soglia dei 100 anni. Nonostante la sua età, questa persona ha avuto un’idea eccezionale: lasciare che, al termine della propria vita, questa casa potesse “continuare a vivere” ospitando le famiglie che devono affrontare un intervento chirurgico.

Ecco, anche il nome della via di Trieste, dove è situato il piccolo appartamento, sembra indicare questa funzione: via della Sorgente.

L’ immagine di una sorgente diventa suggestiva, fa pensare ad una nascita. 

È così che continuerà la vita in questa casa, le storie saranno tante e diverse, ci sarà il passaggio di tante famiglie. 

Mi piace credere che abbia le orecchie per sentire i suoni diversi dei linguaggi che si parleranno, un naso per sentire i profumi dei cibi delle tante regioni che verranno cotti e gli occhi per vedere lacrime di gioia o di dolore che verranno versate. 

E quando le persone andranno via, in silenzio abbasserà le luci e i rumori nel rispetto dell’intimità del tempo trascorso con la famiglia a cui lei  apparterrà per sempre perché nei momenti intensi della vita, tutto resta molto evidenziato nei ricordi e anche questa casa lo sarà. 

Poi resterà in attesa per accogliere altri genitori, altri bambini, altre storie.

È questo che fa di un posto, una casa.

 




..torna alla lista news ›
 
     
  Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo - onlus - Cod. Fiscale 01084150323   Privacy      Credit: Altamira / Agora Web