News  
     
 

Archivio News

2020

2019

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006



 
16/03/2020 | LA VOCE DEI VOLONTARI

La protagonista della voce dei volontari di oggi è Monica, una volontaria che ci racconta della sua esperienza di A.B.C., come “Ambasciatrice di A.B.C.”! 

Mi chiamo Monica, ho 44 anni e da ormai 2 anni faccio parte della Famiglia di A.B.C. Si, ho scritto famiglia perché quando arrivi, anche la prima volta, ti senti subito a casa.


La mie esperienza è cominciata per quella continua ed inesauribile voglia di aiutare gli altri…ma come? Ho sempre voluto fare volontariato ma, come tante persone, non sapevo dove andare…a chi rivolgermi ma soprattutto, cosa avrei potuto dare? Economicamente si ha sempre la paura di non fare abbastanza…ed allora? Allora mettiamoci il tempo e la faccia!

Tutto è iniziato da una pubblicità vista su Facebook…mi sono incuriosita ed ho voluto saperne di più così ho mandato una mail ad una certa GIULIA, un po’ titubante ma curiosa…ed in breve tempo ho avuto risposta alla mia mail e, addirittura, ho trovato una VOCE gentile e sorridente a cui fare tutte le mie domande, farmi togliere dubbi e curiosità…che mi ha accolta ed invitata a toccar con mano quello che avrei potuto fare.

Ma, grazie ad internet, sono riuscita a vedere cosa stesse facendo questa Associazione…si dedica ai bambini meno fortunati…perfetto!

E così ho iniziato a fare i “pacchetti”…non ero male, ma sicuramente ho migliorato la tecnica e, all’ incontro di presentazione, ho capito che c’ era un CUORE fatto di tanti cuori che battevano insieme per vedere un sorriso o ri-accendersi una luce di speranza negli occhi delle persone che riescono a conoscere questa meravigliosa realtà…fatta di dare incondizionato senza aspettarsi niente, per la gioia di chi sa che con un piccolo gesto riesce a dare tanto!

 

Mi ricordo sempre, uno dei miei primi turni a fare i pacchetti alla libreria…banchetto allestito nello spazio dei bambini...una persona in particolare si era fermata a raccontarci la sua esperienza…perché si ricordava delle magliette rosse viste in reparto quando, per due mesi, stava in ospedale con la piccola ricoverata in attesa dell’intervento e i volontari passavano sempre a salutarla, con un sorriso e una parola di conforto.

Questo ricordo le ha riportato delle forti emozioni che l’hanno fatta emozionare…e di conseguenza, ha fatto emozionare anche me…e con un abbraccio siamo riuscite a scioglierci in un sorriso perché la sua, come tante altre storie, aveva un bel lieto fine!

Le attività sono molte, piano piano si prova a fare sempre un po’ di più…perché è bello stare insieme alle altre volontarie, alle ragazze dello staff…perché ogni volta è come se fosse festa…è sempre Natale, ti diverti, ti senti bene, si creano dei legami profondi e torni a casa sempre col cuore un po’ più grande di quando sei arrivato!





..torna alla lista news ›
 
     
  Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo - onlus - Cod. Fiscale 01084150323   Privacy      Credit: Altamira / Agora Web