News  
     
 

Archivio News

2019

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006



 
01/03/2019 | VALENTINA E IL CLUB DEI MAGNETINI

Valentina è la nostra primogenita, a settembre compirà undici anni e comincerà il nuovo percorso alle scuole medie, come tutti i suoi coetanei. Ma Valentina è «speciale»: dietro ai suoi grandi occhi nocciola, ai capelli castani, e al suo sorriso sereno e maturo, ci sono molti anni di sacrifici, ci sono cicatrici, ci sono lotte da combattere, alcune vinte, altre da vincere.


Quando Valentina aveva quattro anni ha cominciato a lamentarsi di dolori alla schiena. All’inizio le coccole e i massaggi di mamma e papà sembravano bastare, ma poco dopo c’è stato un cambiamento: la sua schiena non era più dritta...Così è iniziato il nostro cammino, quasi una rincorsa, per scoprire e dare un senso a qualcosa che «un senso non ce l’ha». Abbiamo viaggiato e incontrato pareri e opinioni a volte simili, altre volte opposti fra loro: chi vendeva fumo, chi voleva solo aggiungere una X sulla lista degli interventi fatti. Non è stato facile districarci tra ospedali, ambulatori, termini medici per noi incomprensibili, diagnosi e terapie, un mondo in cui ci siamo trovati catapultati e in cui abbiamo dovuto imparare a muoverci, per amore della nostra bambina. Per fortuna sul nostro cammino abbiamo incontrato il dottor Carbone e la dottoressa Vittoria (e il loro staff) che, con prudenza e pazienza, ci hanno consigliato e informato nella giusta misura man mano che Valentina cresceva. Così, dopo anni di corsetto, necessario ma odiato da una bambina che bisognava convincere a chiudere il proprio corpo, smanioso di crescere e di muoversi, in una morsa, facendola sentire come una bambola di gesso, siamo arrivati al giorno in cui finalmente il suo fisico è stato pronto per il temuto/desiderato intervento per l’inserimento delle barre magnetiche. Sì, perché Valentina, grazie anche al supporto di A.B.C., è stata la prima paziente ad avere la fortuna di poter utilizzare questo tipo di barre che, con brevissime sedute trimestrali, consentono un «allungamento» magnetico: niente ricoveri, niente interventi, niente dolori, niente cicatrici. E così ora Valentina ha scordato come si indossa un busto. O forse, come sanno fare i bambini, semplicemente non ci pensa più.In compenso, adesso fa parte di un nuovo club, quello dei magnetini, come chiamano il dottor Carbone e la dottoressa Vittoria i bimbi che portano le stesse barre, e che incontriamo ad ogni «allungamento» presso il Burlo, e con i quali condividiamo ansie e gioie di quest’avventura. Grazie di cuore a tutti per il sorriso che oggi possiamo vedere sul viso di Valentina.

di Silvia e Claudio Zoccolan





..torna alla lista news ›
 
     
  Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo - onlus - Cod. Fiscale 01084150323   Privacy      Credit: Altamira / Agora Web