News  
     
 

Archivio News

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006



 
24/07/2018 | LA VOCE DEI VOLONTARI
Il primo giorno in reparto non si scorda mai
Oggi Adriana, la protagonista della Voce dei Volontari di A.B.C., ci racconta della sua esperienza in reparto, partendo proprio dal primo giorno che come lei dice “non si scorda mai”: quali sono i vissuti e le emozioni che lo caratterizzano e che lo rendono “un ricordo indelebile”.

Ricordo che il primo giorno avevo paura di entrare nelle stanze, di non essere in grado di interagire con i bambini e le loro famiglie o perfino di infastidirli in un momento così delicato. Appena sono entrata nella prima stanza, invece, mi sono potuta ricredere: i bambini e i loro genitori ci accoglievano a braccia aperte, incuriositi dai giochi e dai libri che vedevano sul nostro carrello. Questa meravigliosa esperienza mi ha fatto capire come i gesti più semplici, come un sorriso o qualche parola gentile, che nella vita quotidiana vengono spesso ignorati, sono quelli che possono fare la differenza. Sono tutte cose che in reparto assumono un valore inestimabile nel momento in cui riescono a rendere felice un bambino, o a sollevare la sua famiglia.

Quello che si instaura tra noi volontari e i pazienti è un rapporto di scambio: noi cerchiamo di offrirgli un po' del nostro tempo per donargli un modo per distrarsi, per divertirsi, per sentirsi accolti, mentre loro ci ripagano con affetto e gratitudine, e questo scambio silenzioso si percepisce: sono sempre uscita dal reparto sentendomi più ricca e serena di prima.
Ad esempio, porterò sempre nel cuore il ricordo di una ragazza di 16 anni che nei primi giorni si mostrava molto introversa, ma che con il tempo si è fidata di noi, ci ha concesso di giocare con lei, di scherzare, di entrare nel suo mondo, di conoscerla, fino al punto da lasciarci un biglietto per salutarci quando è tornata a casa. Ogni bambino, con la sua storia e il suo carattere, lascia in noi volontari un ricordo indelebile, e mi auguro che anche loro possano sempre avere un ricordo piacevole di A.B.C. Penso che tutti nella vita dovrebbero fare volontariato almeno una volta. Nella vita di tutti i giorni non ci capita spesso di poter fare davvero qualcosa per gli altri, di poter donare qualcosa, ma con il volontariato ci si rende conto che la gratitudine che si riceve ci arricchisce dentro. Sono davvero grata ad A.B.C. di avermi dato questa opportunità.




..torna alla lista news ›
 
     
  Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo - onlus - Cod. Fiscale 01084150323   Credit: Altamira / Agora Web