News  
     
 

Archivio News

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006



 
17/10/2017 | LA VOCE DEI VOLONTARI

Che significato può avere un sorriso? Alla luce della sua esperienza di volontariato in A.B.C., Giulia ce lo descrive come un dono, un veicolo di emozioni, un gesto che segna l’inizio e la fine di “un momento insieme, condiviso” con i bambini del reparto.


“Se dovessi trovare una parola per descrivere A.B.C. userei “sorriso”. Credo che come parola possa rappresentare tutto ciò che A.B.C. insieme ai suoi volontari cerca di portare e di trasmettere ai bambini del Burlo, ma non solo, rappresenta anche ciò che gran parte delle volte viene donato ai volontari dagli stessi bambini del reparto.

Noi volontari entriamo in punta di piedi nelle stanze, ci affacciamo con il nostro carrello dei giochi e la prima cosa che facciamo, o meglio “regaliamo”, dentro ad una stanza è sicuramente il nostro sorriso, un gesto spontaneo che può avere diversi significati ed esprimere varie emozioni, tra cui gioia, imbarazzo, paura di disturbare, ma che, al di là di queste, assume in quell’istante un’enorme importanza: rappresenta l’inizio di un momento insieme, condiviso.
 
Nelle stanze troviamo spesso piccoli bambini che hanno un bagaglio di grandi esperienze e forti emozioni, non sempre positive. Una delle cose che più mi ha stupita durante il mio percorso come volontaria è stato scoprire l’immensa forza che è racchiusa in quei piccoli corpicini, scoprire come siano in grado di giocare, scherzare, usare l’immaginazione anche in un ambiente come quello ospedaliero. Mentre siamo lì ci portano nel loro mondo, a scoprire i personaggi che lo popolano, o ci raccontano quali sono i loro idoli ed i loro sogni per un futuro che vedono sempre ricco.
Così come entriamo in punta di piedi, usciamo salutando loro ed i loro genitori, regalando un altro importante sorriso che ci permette di concludere il nostro momento insieme.
 
L’esperienza con A.B.C. mi ha fatto capire quanto importanti siano le piccole cose, quelle che tendiamo a dare per scontate, che reputiamo banali. Dentro a quelle stanze assumono un significato completamente diverso: sono importanti e necessarie.
E una delle piccole cose che mi sento di poter donare tutte le volte è sicuramente il mio sorriso, nella speranza che possa rallegrare una giornata o anche semplicemente un attimo.

 





..torna alla lista news ›
 
     
  Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo - onlus - Cod. Fiscale 01084150323   Credit: Altamira / Agora Web