News  
     
 

Archivio News

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006



 
05/09/2017 | LA VOCE DEI VOLONTARI
Anche le esperienze di volontariato sono destinate, prima o poi, a concludersi. Oggi Federica desidera condividere con noi il suo “saluto al reparto”, un saluto commosso, emozionato e nostalgico, un saluto che da un lato ricorda i bei momenti passati e dall’altro si proietta al futuro pieno di gratitudine.
 

“La mia esperienza a Trieste si sta concludendo, almeno per il momento; poi chissà cosa mi riserverà il futuro. La mente vola indietro, a quando “abbracciai” per la prima volta l'Associazione A.B.C. Nella mia città avevo sempre fatto volontariato, ma, appena trasferita a Trieste, tra il laboratorio e lo studio, non avevo tempo per iniziare nessun'altra attività. Con il trascorrere dei mesi, però, essendo riuscita ad “inserirmi” nella vita triestina e ad abituarmi ai ritmi del laboratorio, avevo raggiunto la mia stabilità. Ma comunque mi mancava qualcosa.
 
Un giorno cercai su internet quali fossero le associazioni di volontariato operanti nel territorio che avrebbero potuto consentirmi di entrare in contatto con i bambini. Il nome A.B.C. mi colpì subito!
Feci il colloquio conoscitivo iniziale e poi, affiancando dei volontari “storici” dell'associazione, entrai per la prima volta in reparto.
Non sapevo se sarei stata all'altezza, se mi sarei sentita un'intrusa nel dolore delle famiglie o se, invece, sarei riuscita a strappare un sorriso o a distogliere anche solo per un secondo il pensiero dei genitori dalla sofferenza di quel contesto.
Adesso, a distanza di un anno, posso dire che quello che mi mancava all'inizio e che mi ha spinto a cercare A.B.C. era proprio quella sensazione di pienezza che solo il volontariato sa darmi. I bambini che, ogni volta, dopo aver giocato insieme, mi sorridevano con il loro modo così puro, mi riempivano.
Così, dal pensare di fare volontariato per aiutare i bambini, mi sono trovata ad essere aiutata dai bambini stessi.
Ringrazio A.B.C. per avermi dato la possibilità di arricchirmi di emozioni, quelle vere.
Porterò sempre con me quei bambini: ognuno a modo suo mi ha insegnato qualcosa, chi con un gesto, chi con la forza di volontà, chi solo con uno sguardo.
Grazie A.B.C., grazie per questa magnifica esperienza che mi hai regalato!




..torna alla lista news ›
 
     
  Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo - onlus - Cod. Fiscale 01084150323   Credit: Altamira / Agora Web